post
30 settembre 2005

Campioni e bambini protagonisti del città di Pordenone

E’ stato un successo di pubblico e partecipanti il trofeo di Wushu Città di Pordenone : 116 gli atleti partecipanti in rappresentanza di 9 società appartenenti a 5 regioni: Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Lombardia ed Emilia Romagna. L’invito è stato esteso a tutte le Federazioni del wushu italiano, ed il vero motivo di soddisfazione è stato vedere società provenienti da quattro diverse organizzazioni trovarsi insieme in una giornata che ha visto i bambini veri protagonisti: 50! E stato necesssario triplicare le loro categorie per non mandare a casa così pochi premiati!
Tra gli adulti, già a partire dagli over 14 si sono distinti degli atleti superbi: Mauro Ciarciaglini (miglior atleta della giornata) è stato solo quello che ha vinto di più tra gli atleti della Budokway Bergamo di Mario Pasotti, tutti vincitori nessuno escluso. I tecnici ex atleti della Battista Tan Pao tutti sul podio; 3 ori per Lorenzo Verbanaz, tecnico erede di Gino Battista presso la scuola di Wushu di Trieste, 2 ori Francesco Callegari, oggi tecnico a Udine, 1 oro a testa Massimiliano Comisso e Paolo Petruzzelli di Trieste. Vincitori delle rispettive categorie anche i nuovi giovani atleti: Alessandro Montemurro (che festeggia in questi giorni la prima presenza nella rappresentativa nazionale FIWS), Valerio Nimis e Alessandro Mulas. Senza dimenticare i giovani di Trieste oggi allenati da Verbanaz: Fabrizio Palombieri, Jolner e Glasir Panigutti. Vincenti anche le sorelle Andreoli di Savignano, Marta Mattiello di Mestre e i numerosi bambini dei maestri Liu Yuwey e Huang Shaosong.
Spalti gremiti e competizione conclusa ad un orario accettabile le ciliegine che hanno decorato la torta. Appuntamento alla finale del trofeo delle regioni, ove si sfideranno i vincitori: da questa selezione escono particolarmente agguerrite le rappresentative di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia.